Progetti “faro” di economia circolare

L’obiettivo di questo investimento è realizzare progetti altamente innovativi per il trattamento e il riciclo dei rifiuti provenienti da filiere strategiche come le apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE, inclusi pannelli fotovoltaici e pale eoliche), l’industria della carta e del cartone, il tessile, le plastiche.

Sono stati pubblicati i decreti attuativi dei bandi dell’Investimento 1.1 e 1.2 della missione M2C1 (realizzazione di nuovi impianti di gestione dei rifiuti e l’ammodernamento degli impianti esistenti e la realizzazione di progetti faro di economia circolare per filiere industriali strategiche) da parte del Ministero della Transizione Ecologica.

Investimento 1.1

Sono previste tre linee di intervento:

AVVISO 1.1 linea A – miglioramento e meccanizzazione della rete di raccolta differenziata dei rifiuti urbani

AVVISO 1.1 linea B – ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti di trattamento/riciclo dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata;

AVVISO 1.1 linea C – ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti innovativi di trattamento/riciclaggio per lo smaltimento di materiali assorbenti ad uso personale (PAD), i fanghi di acque reflue, i rifiuti di pelletteria e i rifiuti tessili

 

INVESTIMENTO 1.2.

Sono stati pubblicati 4 decreti attuativi, uno per ognuna delle linee di intervento previste:

AVVISO 1.2 linea A – ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche c.d. RAEE comprese pale di turbine eoliche e pannelli fotovoltaici

AVVISO 1.2 linea B – ammodernamento (anche con ampliamento di impianti esistenti) e realizzazione di nuovi impianti per il miglioramento della raccolta, della logistica e del riciclo dei rifiuti in carta e cartone;

AVVISO 1.2 linea C – realizzazione di nuovi impianti per il riciclo dei rifiuti plastici (attraverso riciclo meccanico, chimico, “Plastic Hubs”), compresi i rifiuti di plastica in mare cd. “Marine litter”;

AVVISO 1.2 linea D – infrastrutturazione della raccolta delle frazioni di tessili pre-consumo e post consumo, ammodernamento dell’impiantistica e realizzazione di nuovi impianti di riciclo delle frazioni tessili in ottica sistemica cd. “Textile Hubs”.

Contattaci per conoscere le dotazioni finanziarie, i soggetti beneficiari e le forme di finanziamento concesse a valere sulle varie linee dei due investimenti.